Casa&Cucina

Kakebo: l’agenda dei conti di casa per risparmiare

Strumento di origine giapponese per la gestione ottimale della contabilità domestica che ti aiuta a riflettere sulle tue abitudini di spesa e a individuare le voci critiche su cui agire.

Perché usare il Kakebo? Ecco 5 buoni motivi:

  • RISPARMIO: ti consente di risparmiare fino al 30%
  • ORDINE: ti permette di ordinare le spese in modo semplice e sistematico
  • CONTROLLO: ti aiuta a pianificare e a controllare le uscite
  • AUTODISCIPLINA: ti stimola a cercare la motivazione per ridurre gli sprechi
  • SERENITA’: ti insegna ad avere fiducia nelle tue capacità e a gestire il budget familiare senza stress
piantina che cresce sopra dei soldi risparmiati

In giapponese kakebo significa letteralmente “libro dei conti di casa”. In Giappone lo usano tutti, anche i bambini, che ne possiedono uno adatto a loro!
Il kakebo permette di monitorare giorno per giorno la contabilità domestica, dividendo le spese in 4 categorie principali:

  • Spese di prima necessità: supermercato; altri alimentari; farmacia; figli; trasporti; animali domestici; ricariche del cellulare;
  • Optional: shopping; cosmetica; taxi; regali;
  • Cultura e tempo libero: libri e giornali; musica; film; spettacoli; discoteca e attività ricreative; ristoranti e take away; bar e pasticceria;
  • Extra e imprevisti: spese mediche; baby sitter; riparazioni; elettronica; arredamento e casalinghi; viaggi di piacere.

Come si usa

Ogni giorno devi avere la costanza di annotare sul kakebo tutte le uscite sostenute suddivise per categoria. Il consiglio è quello di conservare le ricevute di tutti gli acquisti effettuati e registrare le spese ogni sera. Se non riesci a farlo quotidianamente, ricordati che è fondamentale compilare il kakebo almeno 1-2 volte a settimana!

Stabilisci il budget mensile!
All’inizio del mese annota le entrate e le uscite fisse. La differenza tra questi due importi è il budget su cui potrai fare affidamento nel corso del mese.

Rifletti su quali voci di spesa vuoi risparmiare e su come puoi raggiungere i tuoi obiettivi. Fissa degli obiettivi di risparmio e stila una lista di buoni propositi per raggiungerli (es. ridurre i caffè al bar, contenere le uscite serali, limitare l’uso del delivery/take away, ecc).

Fai una previsione del risparmio che, grazie alle nuove abitudini, pensi di riuscire a realizzare. Quanto vorresti risparmiare? Una volta deciso l’importo del risparmio auspicato, sottrailo dalle entrate e metti quei soldi in un salvadanaio o su un conto deposito. L’obiettivo è dimenticarsi di averli e, soprattutto, non utilizzarli per le spese mensili.

La fine del mese è il momento per fare il tuo bilancio periodico.
Confronta i totali di tutte le categorie e trai le tue conclusioni. Per esempio potresti notare che spendi troppo in biglietti per i trasporti pubblici mentre converrebbe fare un abbonamento o che ci sono uscite che potresti tagliare!

Quanto denaro avevi a disposizione? Quanto hai speso? E quanto hai risparmiato?
Rileggi gli obiettivi che ti eri prefissato e rifletti sui risultati.
Non scoraggiarti se non sono all’altezza delle aspettative, ma analizza le tue spese e valuta gli errori commessi in modo da migliorare il mese successivo!

Lo sapevi che…

Annotare a mano, nero su bianco, tutte le spese effettuate, innesca una sorta di condizionamento psicologico che ti farà desistere dagli acquisti inutili, incentivando l’autodisciplina!

Una gestione controllata delle spese ti darà maggiore sicurezza, oltre che fiducia nelle tue capacità, riducendo lo stress e favorendo la tranquillità dell’anima.

Hai già pensato a cosa farai con i tuoi risparmi?!

Seguci sui nostri canali social

Leggi anche:

Come guadagnare soldi risparmiando: 8 metodi indispensabili! ->

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: